The revolution of assisted reproduction: sperm cells from bone marrow

Houston abbiamo un problema: come si fa l’amore su Marte?

Tecnologia

Houston abbiamo un problema: come si fa l’amore su Marte?

14 gennaio 2011

Fervono i preparativi per la spedizione di conquista del Pianeta Rosso, e nascono anche i primi dubbi: gli umani potranno riprodursi nello spazio?

Chiudete la vostra tuta da astronauta e mettetevi le scarpe speziali, perchè nei prossimi 20 anni potreste lasciare la Terra per la prima missione su Marte. Almeno, secondo il Discover Magazine questa è la speranza di più di 400 persone che hanno letto l’edizione speciale del Journal of Cosmology “Missione umana su Marte: colonizzare il Pianeta Rosso” e si sono offerti volontari per partecipare. La rivista è piena di dettagli logistici sul viaggio, per esempio, cosa sucedde se prendi un’infezione su Marte? Come si può fare sesso nello spazio? Qualsiasi viaggio nello spazio, specialmente uno senza una data di ritorno programmata, è pieno di sfide.

BIGLIETTO SOLO ANDATACome riportato da Fox News, il professore di psicologia all’UC Davis studioso della psicologia degli astronauti sin dagli anni Settanta Albert Harrison ha spiegato che “sarà un lungo periodo di isolamento, dopo l’eccitazione del decollo e dopo l’iniziale atterraggio su Marte, sarà molto difficile evitare la depressione. Ogni giorno sarà identico all’altro. L’ambiente, una volta svanita l’emozione per la novità, sarà mortalmente noioso. Per quanto si possa essere preparati ed equipaggiati ci saranno sicuramente imprevisti irrimediabili. Uno a uno invecchieranno, si ammaleranno e moriranno”. Tra i volontari che si sono offerti sono compresi un programmatore di computer di 69 anni, un’infermiera di 45 e un pastore metodista. Finchè la missione sarà finanziata privatamente e non dalla NASA, i potenziali esploratori non dovranno seguire le severe linee guida della NASA per diventare astronauti, insomma non avranno bisogno di lauree o esperienze professionali. Per ragioni economiche gli scienziati si sono concentrati su un viaggio di sola andata, il che significa che una possibile colonia dev’essere autosufficiente. Il che innclude il fare sesso nello spazio per non far estinguere la popolazione della colonia. In un capitolo riguardo riguardo la procrazione nello spazio, Rhawn Joseph del Brain Research Laboratory in California sottolinea le difficoltà che gli astronauti potranno avere con la gravidanza, lo sviluppo fetale e anche con “figure particolarmente complesse”, infatti “la luce, la forza di gravità e l’atmosfera saranno completamente diversi da quelle terrestri… I neonati su marte si adatteranno al nuovo ambiente e dopo molte generazioni, si avrà una nuova specie”. Non si sa se qualcuno abbia mai fatto sesso nello spazio, ufficialmente no, anche se ci sono dei pettegolezzi riguardo una coppia sposata, e pertanto non sappiamo se funziona e se la gravidanza nello spazio è possibile, lo scopriranno i 400 volontari?

fonte: giornalettismo.com

Una Risposta

  1. dani

    Oddio, mi inquieta un pò..non andremo a distruggere anche un altro pianete, abbiamo già fatto abbastanza danni nel nostro!!
    Sistema solare fai attenzione!!

    21 gennaio 2011 alle 15:58

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...