The revolution of assisted reproduction: sperm cells from bone marrow

Maschi addio, lo sperma arriva dal midollo osseo delle donne – LASTAMPA.it

La ricerca ai primi stadi di scienziati inglesi apre inquietanti scenari

ROMA

Cari uomini, addio. Dopo avere raggiunto la parità dei sessi, ora le donne attuano il sorpasso “definitivo” nei confronti del maschio, rendendosi autonome nell’unica cosa che, fino ad oggi, non potevano fare: autofecondarsi. Una prospettiva “estrema”, che nel prossimo futuro potrebbe non essere così fantascientifica dopo la scoperta fatta dagli scienziati inglesi dell’università di Newcastle Upon Tyne, che hanno scoperto un modo per trasformare le cellule staminali del midollo osseo femminile in sperma, tagliando di fatto il maschio fuori dal processo di creazione della vita.

La scoperta è pubblicata sul New Scientist e ha ampio risalto su tutti i principali quotidiani inglesi. Il professor Karim Nayernia, che guida l’equipe, è pronto ad iniziare gli esperimenti entro i prossimi due mesi, previo il rilascio delle necessarie autorizzazioni e si dice certo di potere produrre le prime cellule spermatiche femminili entro due anni. Lo sperma maturo, capace di fertilizzare gli ovuli, richiederà invece almeno tre anni di esperimenti.

Una sorta di “primo stadio” dello sperma da cellule di midollo osseo femminile sarebbe già stato prodotto dai ricercatori lavorando sui topi di laboratorio, bombardando le staminali del midollo osseo di vitamine e composti chimici. Secondo gli scienziati la scoperta potrebbe rappresentare una tappa fondamentale nella lotta contro l’infertilità. C’è solo un piccolo particolare che va tenuto presente: i bambini nati in questo modo potrebbero essere esclusivamente di sesso femminile, perchè nella riproduzione non entrerebbe in gioco il cromosoma Y, che è un “copyright” esclusivamente maschile. Cosa che, comunque, potrebbe non importare alle coppie omosessuali, che potrebbero avere in questa “terapia” l’unico modo per ottenere dei figli che siano biologicamente il prodotto di entrambe le persone della coppia.

Ma gli scenari aperti da questa scoperta, anche a livello etico, possono diventare inquietanti: le ricerche potrebbero consentire a una donna di aver un bambino “tutta da sola”, grazie allo sperma prodotto dalle cellule del proprio midollo osseo e ai propri ovuli. E la cosa potrebbe verificarsi anche per un uomo, che potrebbe produrre similarmente le cellule uovo dal proprio midollo osseo. In entrambi i casi si tratterebbe di ipotesi ad lato rischio di anormalità genetiche.

Fonte: Maschi addio, lo sperma arriva dal midollo osseo delle donne – LASTAMPA.it.

5 Risposte

  1. simone

    questa ricerca è l’ennesima dimostrazione di quanto l’essere umano, cerchi con tutti i mezzi che ha a disposizione, intelligenza e progresso scientifico, di andare, ancora una volta, contro natura, calpestando quella che è la propria fisiologia e mascherando il tutto con il termine “progresso”, ma ciò gli si riverserà contro come una vera e propria arma che lo porterà, alla fine, a un’autodistruzione

    15 novembre 2010 alle 18:01

  2. Mi sembri un pò fatalista..nel senso che questa ricerca è stata sviluppata ai fini di dare la possibilità agli uomini sterili, o divenuti sterili in seguito a terapie mediche quali la kemioterapia e radioterapia, di procreare.
    Quindi per un verso tu hai ragione nel dire che alle volte il “progresso” vada contro natura..ma d’altra parte in questa ottica tante altre procedure mediche sarebbero contro natura..
    Comunque ti ringrazio per aver aperto il dibattito!
    ti volevo anche far notare come questa notizia sia affrontata in modo completamente diverso dalla stampa estera e quella italiana..per dirti da parte di quella estera non viene per niente considerato lo scenario fantascientifico di un mondo al femminile, perchè in realtà può essere usato il midollo osseo di ambo i sessi..

    16 novembre 2010 alle 16:46

  3. mau

    Recenti studi mostrano che il cromosoma Y, proprio del genere maschile, si sta via via accorciando fino ad una probabile ‘estinzione’; alla luce di questo e alla possibilità per molti uomini, con problemi di sterilità, di poter ancora procreare, penso proprio che sia molto più che una buona scoperta.

    17 novembre 2010 alle 19:33

  4. Anche io la vedo come te mau!grazie per aver contribuito con ulteriori informazioni..

    17 novembre 2010 alle 22:42

  5. Da maschio la considero comunque un’ottima notizia, anche, e proprio, in vista dei problemi di sterilità di alcuni uomini. accusarla di essere una pratica contronatura mi sembra un facile moralismo, anche considerando, appunto, che moltissime altre pratiche mediche utilissime, a rigor di logica, lo sarebbero.

    21 novembre 2010 alle 13:44

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...