The revolution of assisted reproduction: sperm cells from bone marrow

Sperma dal midollo osseo delle donne. La donna può autoriprodursi?

In Inghilterra sono in corso delle ricerche che permetterebbero di creare sperma dal midollo spinale delle donne. Sembra dunque che in futuro le donne possano diventare autosufficienti nella procreazione.

Il Porfessor Karim Nayernia, partendo dalle cellule staminali del midollo è riuscito a produrre delle cellule progenitrici degli spermatozoi. Facendo poi crescere in laboratorio tali cellule addizionate di vitamina A, ha riscontrato la produzione di cellule spermatogonali, ovvero cellule che dovrebbero evolvere in sperma.

Le ricerche sollevano però molti dubbi sia dal punto di vista etico che da quello scientifico. La tecnica potrebbe essere utile per aiutare gli uomini che hanno perso la fertilità, ma la stessa potrebbe anche essere usata per rendere l’uomo non necessario alla procreazione.

Da un punto di vista scientifico, invece, i dubbi sono sulla probabilità che questa manipolazione porti a delle mutazioni geniche persistenti. Senza togliere che per la formazione dello sperma è indispensabile il cromosoma Y ed essendo questo presente solo nell’uomo pare alquanto difficile che le donne possano produrre cellule spermatiche adatte alla procreazione.

Una cosa certa è che in questo modo ci sarebbero solo donne! A qualcuno potrebbe anche far piacere, ma da un punto di vista evolutivo vorrebbe dire limitare notevolmente la variabilità genica e impoverire il nostro pianeta.

Fonte: La Repubblica.it

viaLa donna può autoriprodursi? – il sesso e la luna – Donnamoderna.com.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...